lunedì 18 luglio 2016

++ ULTIM'ORA - RENZI, RIVELAZIONE BOMBA DEI PM! HANNO APPENA SCOPERTO UNA COSA CLAMOROSA

Nuovi guai per la famiglia Renzi. E stavolta ci sono di mezzo soldi e fondi dell'Unicef che sarebbero finiti nelle tasche dei parenti del premier. Secondo quanto riporta il Fatto Quotidiano, infatti, la Procura di Firenze sospetta che i soldi dell’Unicef e di Operation Usa destinati alle campagne per i bambini affamati in Africa siano stati usati nel 2011 dal cognato di Matteo Renzi, Andrea Conticini, per iniettare capitali in tre società.


INIEZIONE DI DENARO NELLE CASSE DELLA CHIL

Tra le aziende aiutate dall'iniezione di denaro ci sarebbe anche Chil, dove ha lavorato anche l'attuale premier, e che gli ha pagato pure un Tfr da 50mila euro e il fondo pensione. I pm fiorentini, Luca Turco e Giuseppina Mione, sospettano che Andrea Conticini e fratelli non abbiano affatto usato quel denaro per aiutare i bambini dell'Africa con la Play Therapy come avrebbero dovuto, ma per rintuzzare i conti in rosso dell'azienda di famiglia e di altre due società amiche.


fonte; http://www.affaritaliani.it/cronache/unicef-i-soldi-nelle-tasche-della-famiglia-renzi-432414.html


8 commenti:

  1. anche questo "signore"dovrebbe essere trattato a norma delle vigenti leggi,cioè perseguito per il reato commesso!

    RispondiElimina
  2. Fosse vero cosa aspettiamo a scendere in piazza e mandarlo a casa. Fosse vero possibile che non esista un giornalista capace di rivolgere una domanda del genere a questa specie di mostrum (non premier). Fosse vero credo fermamente sia vero Buon lavoro

    RispondiElimina
  3. anche questo "signore"dovrebbe essere trattato a norma delle vigenti leggi,cioè perseguito per il reato commesso!

    RispondiElimina
  4. Visto quelli che sono i personaggi che lo circondano non c'è da stupirsi più di nulla. Che squallore l'Italia, divisa tra Renzi, Berlusconi, Monti ecc. Se i 5 Stelle non subentrano e fanno piazza pulita il tricolore sarà sostituito con il cartello" COSA NOSTRA"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si diceva che se uno ha gia qualcosa che possa coinvolgerlo in atti giudiziari, al momento si dimetteva e poi solo aver chiarito, rientrerebbe. era valida solo per Berlusconi? ogni nodo viene a pettine, i vecchi detti non sbagliano mai

      Elimina
  5. Ormai sappiamo chi sono queste persone, solo che questi non possono essere arestati!!!!!

    RispondiElimina
  6. si scoprono gli altarini ed è un bene che si sa peccato che non ci fanno pagare lo scotto

    RispondiElimina