martedì 20 settembre 2016

CLAMOROSO: la stampa estera sfancula quella italiana e difende la Raggi da tutto il fango ricevuto

Virginia, un femminicidio mediatico


Premessa: 1) non ho mai votato per il Movimento 5 Stelle; 2) non ho mai incontrato Virginia Raggi e, perciò, non mi permetto di giudicarla; 3) non entrerò nel merito delle questioni romane (la pesante eredità del passato, i pasticci nel formare la giunta, gli scontri fra il sindaco e i suoi colleghi di partito) che non mi sono del tutto chiare e, comunque, meriterebbero un’analisi seria e approfondita.
Però…
…però sento l’obbligo – sì, l’obbligo – di spendere qualche parola per quanto è avvenuto e sta avvenendo, dal 20 giugno 2016 (giorno dell’elezione), nella vita della trentottenne che guida dal Campidoglio la città caput mundi (prima donna in 2.769 anni di Storia).
Partiamo dall’inizio.
La sua vittoria non ha suscitato il benchè minimo entusiasmo tra le numerose aggregazioni femminili italiane, di solito orgogliosamente velocissime nel sottolineare i successi di signore e signorine.
Anzi…
Riporto quanto ho scritto proprio qui dopo il voto: “L’appartenenza grillina ha oscurato l’appartenenza di genere, diciamolo (…) Perfino fra le militanti di molte associazioni femminili. Da cui è arrivato un fragoroso silenzio o, tutt’ al più, qualche cigliosa presa d’atto, giungendo  addirittura a sottolineare maliziosamente le differenze fra Chiara Appendino (che a Torino ha sbaragliato il sindaco uscente, Pietro Fassino) e la Raggi in termini di obbedienza al Movimento 5 stelle. Di più. Si è rimproverato a entrambe di non aver usato il sostantivo sindaca al posto di sindaco… Nessuna, insomma, ha stappato entusiasticamente bottiglie di champagne nella trincea rosa del Paese. E sul fronte maschile come è andata? Peggio mi sento (a cominciare dal marito della Raggi, che proprio la sera dell’elezione, con una lettera aperta diffusa via Twitter, ha messo in piazza la crisi del loro matrimonio; ed è stato bacchettato su l’Espresso). Come ha raccontato Nadia Somma, di Demetra donne in aiuto, Chiara e Virginia sono state trattate alle stregua di due fenomeni da baraccone, scatenando uno “stupidario”: “Riferimenti all’abbigliamento e all’avvenenza, linguaggio informale (per molti giornalisti e giornaliste sono “le ragazze” e  Raggi è “a moretta”) o smaccatamente sessista (bambola, bambolina, fatina). Alcuni articoli sono irritanti altri involontariamente comici”. E giù con una serie di citazioni. Ben visivamente riassunte, peraltro, nel tweet di Tania Marocchi, dell’European Policy Centre, che offre un eccellente colpo d’occhio sui titoli dei quotidiani italiani: da “Roma in bambola” (Il Tempo) a “Ma saranno capaci? (Libero)”.
Questo, appunto, all’inizio.
Dopo, tra luglio, agosto e settembre, è andata ancor peggio.
Decisamente peggio.
Senza – lo ripeto – entrare nel merito delle complesse vicende politiche, annoto che Virginia è stata costantemente sbattuta in prima pagina.
È stata sottoposta, cioè, al trattamento che (in un tempo per fortuna lontano) si riservava ai mostri della cronaca condannandoli prima dei processi.
Non basta.
In poche settimane ha avuto da parte dei telegiornali più minutaggio di quanto il Movimento 5 Stelle abbia collezionato negli ultimi due anni.
E il culmine è stato raggiunto domenica 11 settembre.
Quel giorno, infatti, tutti i più importanti quotidiani italiani, i notiziari televisivi e radiofonici hanno utilizzato un banale articoletto sul maltempo dell’Osservatore romano, il quotidiano del Vaticanoelevandolo al rango di presa di posizione della Santa Sede contro l’operato della Raggi.
Una balla spaziale.
Tanto che, letti i giornali, l’autorevole Monsignor Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, si è affrettato a smentire.
Qualcuno ha forse detto o scritto “Abbiamo sbagliato”?
Qualcuno per caso ha chiesto scusa al Vaticano e al Campidoglio?
Solo Marco Travaglio, su il Fatto Quotidiano e, poi, in tv, ospite di Lilli Gruber aOtto e mezzo, ha parlato chiaro, anzi chiarissimo, raccontando, dati alla mano, come la stampa abbia gonfiato il… nulla e insabbiato, il giorno dopo, le parole di Becciu.
Capito?
Mica è finita.
Alla ricerca di non si sa bene che cosa, le troupe televisive hanno assediato l’abitazione privata di Virginia come non si è mai visto fare, nella lunga storia della Repubblica, con qualsivoglia politico.
E, tuttavia, esclusa la diretta interessata, nessuno ha fiatato.
Mentre, per dire, è bastata una vignetta sul ministro Maria Elena Boschi per scatenare il pandemonio e financo lo sdegno di chi, paladino “Senza se e senza ma” della satira, proclamava Je suis Charlie.
Ecco, concludo.
Scommetto che se al posto della Raggi ci fosse qualcun'altra e subisse lo stesso trattamento si urlerebbe al femminicidio mediatico.
Invece qui – a parte Travaglio – stanno tutti zitti.
E, quel che è peggio, tutte zitte…

Fonte: http://www.tvsvizzera.it/radio-monteceneri/Hypercorsivi/Virginia-un-femminicidio-mediatico-8041420.htmlb

52 commenti:

  1. vai Virginia, sei tutti noi, auguroni x il tuo lavoro

    RispondiElimina
  2. vai Virginia, sei tutti noi, auguroni x il tuo lavoro

    RispondiElimina
  3. Dai Virginia,concentrati e falli tutti fessi/e

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fai fesso te stesso che è molto meglio che tentare di far credere che il sindaco di roma vuole fare tutti fessi come quello che cera prima un certo marino mi sembra quello si che faceva tutti fessi e sapeva niente di roma capitale del malaffare

      Elimina
  4. Rispondi solo alla tua coscienza e fregatene di quella banda di pecoroni a cominciare dai giornalisti venduti e con la dignità professioonale sotto i piedi.
    Democrazia rappresentativa vuol anche dire che chi è stato eletto decide senza troppe smene di sentire prima tutti in quella ipocrisia di democrazia di facciata, ci vuole anche efficenza e tempi brevi. Questo non significa che non bisogna avere momenti di confronto e bisogna prevederli a cadenza fisse per es. ma vai avanti serena e determinata, la gente è con te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo. Giornalisti, quasi tutti venduti ai padroni. Chi se ne frega i romani, e questo e' quello che conta, sono con te al 100%

      Elimina
  5. Il popolo è dalla tua parte, chi ti contesta sono coloro vorrebbe vederti crollare, vai avanti senza fermarti.

    RispondiElimina
  6. Se penso a quello che succede nel giornalismo e nella politica stamattina mi viene da piangere. Aiutaci Viregina aiutateci a sconfiggere questo schifo.

    RispondiElimina
  7. Se penso a quello che succede nel giornalismo e nella politica stamattina mi viene da piangere. Aiutaci Viregina aiutateci a sconfiggere questo schifo.

    RispondiElimina
  8. nel comune di Roma c'e un enorme marciume ed è evidente a tutti avanti VIRGINIA

    RispondiElimina
  9. Vai avanti Virginia. Il popolo onesto sta con te.

    RispondiElimina
  10. Vai avanti Virginia. Il popolo onesto sta con te.

    RispondiElimina
  11. Si dovrebbe lasciarla lavorare tranquilla...giornalisti assatanati...

    RispondiElimina
  12. i giornalisti dimostrano sempre di più di essere asserviti al potere attuale sono diventati strumenti di maldicenza e non di verità vergogna!

    RispondiElimina
  13. Cara , rappresentante di tutto il popolo ora romano...poi italiano, anche Davide era pochissimo in confronto a Golia ma in nome di Dio gli bastò una minuscola pietra.... Vai che c'è la fai.

    RispondiElimina
  14. ...come siamo messi male,settimane e settimane a parlare della sindaca Virginia e degli assessori ,come se fosse il problema più grave che esiste. Abbiamo un economia ed una disoccupazione che fa spavento,una sanità sempre più facilità dai tagli,gente che non riesce ad andare avanti e le maggiori testate e le TV non fanno altro che parlare della Raggi.
    Ma quanto siete poveri dentro...?
    A rivedere le stelle!

    RispondiElimina
  15. ...come siamo messi male,settimane e settimane a parlare della sindaca Virginia e degli assessori ,come se fosse il problema più grave che esiste. Abbiamo un economia ed una disoccupazione che fa spavento,una sanità sempre più facilità dai tagli,gente che non riesce ad andare avanti e le maggiori testate e le TV non fanno altro che parlare della Raggi.
    Ma quanto siete poveri dentro...?
    A rivedere le stelle!

    RispondiElimina
  16. ...come siamo messi male,settimane e settimane a parlare della sindaca Virginia e degli assessori ,come se fosse il problema più grave che esiste. Abbiamo un economia ed una disoccupazione che fa spavento,una sanità sempre più falcidiata dai tagli,gente che non riesce ad andare avanti e le maggiori testate e le TV non fanno altro che parlare della Raggi.
    Ma quanto siete poveri dentro...?
    A rivedere le stelle!

    RispondiElimina
  17. ...come siamo messi male,settimane e settimane a parlare della sindaca Virginia e degli assessori ,come se fosse il problema più grave che esiste. Abbiamo un economia ed una disoccupazione che fa spavento,una sanità sempre più falcidiata dai tagli,gente che non riesce ad andare avanti e le maggiori testate e le TV non fanno altro che parlare della Raggi.
    Ma quanto siete poveri dentro...?
    A rivedere le stelle!

    RispondiElimina
  18. L'attrito di primo distacco e' sempre faticoso e difficile...poi va...

    RispondiElimina
  19. Continua così, Virginia. Se fossero stati capaci loro, non avrebbero ridotto Roma al totale decadimento.. Non pensare mai di mollare. Grazie!!

    RispondiElimina
  20. Buon lavoro al sindaco di Roma ed a quello di Torino. La strada [ lunga e dura e visto il numero di papponi, mafiosi corrotti che state disturbando sarà sempre in salita ma la gente onesta capisce e vi appoggia....buon lavoro.

    RispondiElimina
  21. Si i giornalisti che Ti sono contro sono tanti Virginia, ma noi siamo di più, continua cosi.........

    RispondiElimina
  22. Si i giornalisti che Ti sono contro sono tanti Virginia, ma noi siamo di più, continua cosi.........

    RispondiElimina
  23. Virginia non ci piegheremo ai demoni della nazione. Andremo avanti per il bene di tutti, per ristabilire l'ordine nel caos selvaggio della corruzione.

    RispondiElimina
  24. Mi vien da dire che purtroppo è la fine su cui tutti avrebbero scommesso.
    Non sono grillino, ma la politica (purtroppo) è un mestiere e non improvvisazione. La moralità è una qualità che non basta. ROma è di per se ingovernabile ed era scontato che l'avrebbero fatta a pezzi. La Raggi avrebbe dovuto essere attenta ai minimi particolari. La Muraro è stata una scivolata che non doveva permettersi. A prescindere dai reali rapporti Muraro AMA. Politicamente non avrebbe dovuto sceglierla, sapendo che l'avrebbero crocifissa. L'avrebbero crocifissa per altro, su questo nessun dubbio. Però non è una novità in italia distruggere avversari a mezzo stampa (di qualsiasi colore: es marrazzo/trans o Fini/casa a montecarlo). In una città come roma dove nessuno ha la bacchetta magica e i problemi sono infiniti, era palese che l'avrebbero sotterrata. Non dico che sia giusto, ma mi stupisco dello stupore...

    RispondiElimina
  25. Certo che in italia siamo proprio messi male. Politici corrotti, senza morale e senza attributi. Giornalisti venduti ai poteri politici che non hanno alcun interesse a dire il vero ma solo a mettere alla gogna chi non segue la corrente, e noi cittadini italiani capaci solo di criticare tutto e tutti ma poi ci nascondiamo dietro ad un muro di omertà e vigliaccheria. I Giovani nascono già vecchi e noi che ci vantiamo di essere dei geni, siamo vittime e carnefici di noi stessi. Povera Italia, terra di sole mare e amore che ogni giorno viene schernita deturpata, rubata e seviziata. Ci sarà mai il giorno in cui qualcuno riuscirà a riportarla alle glorie passate?

    RispondiElimina
  26. Gli elettori ci vivono dentro Roma, sanno bene come stavano prima le cose e cosa sta cercando di fare e cosa ha già fatto il M5S, e ascoltare le bugie dei giornalai li fa solo arrabbiare di più e ricompattare ancora di più attorno a Virginia e al M5S. Solo degli idioti possono pensare che gettando un pò di fango qua e là gli elettori cambiano idea.

    RispondiElimina
  27. spero arrivi presto il momento di avere un cambio epocale al parlamento..e con essoa casa tutti i giornal;ai e pennivendoli di regime..saremo capaci di ricordarci?? finiranno i finanziamenti di stato ai giornali??

    RispondiElimina
  28. brava GIOIA vai avanti siamo tutti con TE

    RispondiElimina
  29. Continua così Virginia, non cedere alle pressioni mediatiche che vogliono solo metterti in cattiva luce, hanno paura, possiamo solo compatirli e avere pietà di loro...

    RispondiElimina
  30. C'è da faticare MOLTO per rompere il muro delle ipocrisie,delle bugie ,dell'arrivismo ,del giudicare ,del criticare,et etc...etc............................Bisognerebbe democraticamente lasciare FARE ,apprezzare la volontà di cambiare lo status attuale...I fatti ,con impegno e tenacia ,verranno poi" ALMENO SI SPERA" ! Diamo tempo al tempo

    RispondiElimina
  31. C'è da faticare MOLTO per rompere il muro delle ipocrisie,delle bugie ,dell'arrivismo ,del giudicare ,del criticare,et etc...etc............................Bisognerebbe democraticamente lasciare FARE ,apprezzare la volontà di cambiare lo status attuale...I fatti ,con impegno e tenacia ,verranno poi" ALMENO SI SPERA" ! Diamo tempo al tempo

    RispondiElimina
  32. Io sono italiana e romana di adozione ma con tutto il cuore ed auguro a Virginia Raggi tutto il bene ed i successi che - a mio avviso - merita! Virginia, combatti, difendi te stessa e le tue idee per una roma migliore. Ti parla unna 70enne che - molti anni fa - ha combattuto e vinto come prima donna in posizione rilevante in una multinazionale americana!

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. DAL LINK DELLA FONTE TOGLIETE LA B FINALE (HTML e non HTMLB) altrimenti il link della notizia non si apre! GRAZIE e scusate il maiuscolo.

    http://www.tvsvizzera.it/radio-monteceneri/Hypercorsivi/Virginia-un-femminicidio-mediatico-8041420.html

    RispondiElimina
  35. Vai avanti al galoppo grande Virginia e non fermarti nel tuo lavoro, i cavalli di razza ed i purosangue si rinonoscono nelle lunghe distanze

    RispondiElimina
  36. ho cercato la fonte di questo articolo (quale stampa estera?) cliccando il link che risulta inesistente

    RispondiElimina
  37. Vai avanti il popolo anche non romano e' con te

    RispondiElimina
  38. Ragazzi correggete il link sulla fonte della tv svizzera (una a caso!), va cancellata la b alla fine del link, sennò non funziona ;)
    Cara Virginia Raggi, non ti conosco e non sono romana nè vivo a Roma, ma poco importa...Sei un raggio di Sole alla fine del tunnel... per tutta Roma! Quindi avanti tuttaaaa e falli fuori sti marci! PS. viaggia con la scorta, se vuoi un consiglio, sti disgraziati non guardano in faccia a nessuno, hanno troppo da perdere!
    Ecco il link giusto ;)
    http://www.tvsvizzera.it/radio-monteceneri/Hypercorsivi/Virginia-un-femminicidio-mediatico-8041420.html

    RispondiElimina
  39. L'INVIDIA,NON UCCIDE,MA ...MORTIFICA.

    RispondiElimina
  40. L'INVIDIA,NON UCCIDE,MA ...MORTIFICA.

    RispondiElimina
  41. sono tutti della stessa quando finiscono al potere

    RispondiElimina
  42. sono tutti della stessa quando finiscono al potere

    RispondiElimina
  43. Chiamarli gionalisti è una bestemmia. Si appellano di un etichetta presa abusivamente. Lavori di pubblica utilità anche pe rloro.
    Vorginia sei la numero uno e cadranno uno pe runo a cominciare dia giornalisti. Sono allo sbando completo e alla resa dei conti della loro incapacità e sudditanza. Sono degli schiavi non dei gionalisti. Lo hanno infagato il mondo dei giornalisti autonomi e liberi

    RispondiElimina
  44. questo mi conferma che ognuno ha il governo che si merita!!!

    RispondiElimina
  45. questo mi conferma che ognuno ha il governo che si merita!!!

    RispondiElimina
  46. Mai vista tanta acredine, critiche, deprezzamenti, sprezzo nei confronti di una donna che non è diventata sindaco di Roma senza essere stata eletta dalla gente come è stato per qualcun altro che senza essere stato eletto da nessuno si è imposto come capo del governo che non ritiene neanche di starsene zitto:una protervia inaudita!

    RispondiElimina
  47. Grande Virginia Raggi,non farti mettere in mezzo dai ladri che c´erano prima!Continua per la tua strada come un Bulldozer! Auguri!

    RispondiElimina