martedì 6 dicembre 2016

CROZZA DERIDE IL RENZI DEL POST-REFERENDUM E LO UMILIA COSI. DA VEDERE ASSOLUTAMENTE



Maurizio Crozza (Genova, 5 dicembre 1959) è un comico, imitatore e conduttore televisivo italiano.

È uno dei volti principali a LA7: tra le sue trasmissioni televisive Crozza Italia, Crozza Alive, Italialand, Crozza nel Paese delle Meraviglie e la copertina di Dimartedì. Dal 1º gennaio 2017 approderà a Discovery.[1]

Ha esordito in televisione con il gruppo comico genovese Broncoviz, in Rai, e ha successivamente lavorato per diversi anni anche a Mediaset con il trio comico Gialappa's Band diventando uno dei volti del noto programma comico Mai dire Gol.

Nato a Genova in via Sapeto nel quartiere di Borgoratti, primogenito di 4 figli, si diploma nel 1980 alla Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova sotto la guida di Gian Maria Volonté. Il suo primo approccio è con il teatro classico dove lavora con i registi Egisto Marcucci,[2] William Gaskill e Marco Sciaccaluga. Prosegue la sua carriera con il Teatro dell'Archivolto di Genova dove forma, insieme agli altri attori, il gruppo cabarettista genovese Broncoviz, di cui facevano parte anche gli attori Ugo Dighero, Marcello Cesena, Mauro Pirovano e Carla Signoris.

Inizia in televisione in programmi satirici come Avanzi e Tunnel, nella trasmissione Hollywood Party nel 1995 nei quali partecipa assieme al suo gruppo. Dopo lo scioglimento nel 1996, arriva la vera popolarità sulle reti Mediaset nel programma Mai dire gol della Gialappa's Band: vi partecipa in veste di imitatore per quattro edizioni dal 1996 al 2000.

L'esordio come attore cinematografico è del 1993, con l'interpretazione di Sandro Pertini nel film Ci sarà un giorno (Il giovane Pertini) di Franco Rossi, che racconta la vita del futuro Presidente della Repubblica nel quinquennio 1925-1930. Prodotto dalla RAI, è stato trasmesso solo nel 2010 a causa dell'opposizione della moglie.[3]

Nel 1995 è co-protagonista nel film Peggio di così si muore di Marcello Cesena a cui fa seguito, nel 1999, Tutti gli uomini del deficiente, di Paolo Costella da un soggetto della Gialappa's Band. Dopo le quattro stagioni di successo in Mediaset, nel 2001 è tornato in Rai. Le stagioni dal 2001 al 2004 vedono Crozza come comico e trasformista di punta nelle trasmissioni Quelli che... il calcio e La grande notte del lunedì sera, presentate entrambe da Simona Ventura.

Nel 2002 appare nella sesta e ultima puntata di Stasera pago io... in euro, programma televisivo condotto da Fiorello su Rai 1. Dopo due anni guadagnerà lo stesso ruolo sul palco di Sanremo, nel festival di Tony Renis. Nel 2005 ritorna al teatro con il monologo Ognuno è libero, nel quale dimostra le sue capacità di imitatore e comico. Lo stesso anno Adriano Celentano lo vuole nel suo programma Rockpolitik. Il 25 aprile 2006 esordisce come show man a La7 con Crozza Italia, del quale è anche autore.

Dal 2007 al 2014 ha curato e interpretato stabilmente la copertina del programma Ballarò su Rai 3. Nel giugno 2009 il suo show, che sarebbe dovuto ripartire nell'autunno dello stesso anno, viene rimandato a dicembre e ridotto da 10 a 2 puntate, mentre l'anno dopo il suo show ritorna dal 25 giugno 2010 col titolo Crozza Alive. Il 20 maggio 2011 Crozza riparte su La7, col programma di satira Italialand.

Il 21 ottobre 2011 ha ripreso il suo show con il titolo Italialand - Nuove Attrazioni, in onda per dieci settimane al venerdì sera. Nel 2012 è tornato su La7 con il nuovo programma del venerdì sera Crozza nel Paese delle Meraviglie. Il 12 febbraio 2013 partecipa come ospite alla prima serata del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio, venendo contestato da alcuni spettatori.

Il 17 ottobre 2013 Urbano Cairo, proprietario della rete televisiva La7, ha annunciato, in una conferenza stampa a Milano, il rinnovo del contratto del comico per tre anni in esclusiva totale, esclusi gli impegni già in corso di Crozza.[4] Il 18 ottobre 2013 è tornato in tv con la seconda edizione di Crozza nel Paese delle Meraviglie. Il 22 febbraio 2014 è stato nuovamente ospite del Festival di Sanremo condotto sempre da Fabio Fazio. La puntata del 9 maggio 2014 di Crozza nel Paese delle Meraviglie è stata la puntata numero 100 dei suoi programmi su La7 dal 2006. Dal 2014 cura inoltre la copertina del programma televisivo Dimartedì condotto da Giovanni Floris su LA7.

Nessun commento:

Posta un commento