giovedì 5 gennaio 2017

CLAMOROSO: la stampa estera umilia quella italiana e difende la Raggi da tutto il fango ricevuto

Virginia, un femminicidio mediatico

Premessa: 1) non ho mai votato per il Movimento 5 Stelle; 2) non ho mai incontrato Virginia Raggi e, perciò, non mi permetto di giudicarla; 3) non entrerò nel merito delle questioni romane (la pesante eredità del passato, i pasticci nel formare la giunta, gli scontri fra il sindaco e i suoi colleghi di partito) che non mi sono del tutto chiare e, comunque, meriterebbero un’analisi seria e approfondita.
Però…
…però sento l’obbligo – sì, l’obbligo – di spendere qualche parola per quanto è avvenuto e sta avvenendo, dal 20 giugno 2016 (giorno dell’elezione), nella vita della trentottenne che guida dal Campidoglio la città caput mundi (prima donna in 2.769 anni di Storia).
Partiamo dall’inizio.
La sua vittoria non ha suscitato il benchè minimo entusiasmo tra le numerose aggregazioni femminili italiane, di solito orgogliosamente velocissime nel sottolineare i successi di signore e signorine.
Anzi…
Riporto quanto ho scritto proprio qui dopo il voto: “L’appartenenza grillina ha oscurato l’appartenenza di genere, diciamolo (…) Perfino fra le militanti di molte associazioni femminili. Da cui è arrivato un fragoroso silenzio o, tutt’ al più, qualche cigliosa presa d’atto, giungendo  addirittura a sottolineare maliziosamente le differenze fra Chiara Appendino (che a Torino ha sbaragliato il sindaco uscente, Pietro Fassino) e la Raggi in termini di obbedienza al Movimento 5 stelle. Di più. Si è rimproverato a entrambe di non aver usato il sostantivo sindaca al posto di sindaco… Nessuna, insomma, ha stappato entusiasticamente bottiglie di champagne nella trincea rosa del Paese. E sul fronte maschile come è andata? Peggio mi sento (a cominciare dal marito della Raggi, che proprio la sera dell’elezione, con una lettera aperta diffusa via Twitter, ha messo in piazza la crisi del loro matrimonio; ed è stato bacchettato su l’Espresso). Come ha raccontato Nadia Somma, di Demetra donne in aiuto, Chiara e Virginia sono state trattate alle stregua di due fenomeni da baraccone, scatenando uno “stupidario”: “Riferimenti all’abbigliamento e all’avvenenza, linguaggio informale (per molti giornalisti e giornaliste sono “le ragazze” e  Raggi è “a moretta”) o smaccatamente sessista (bambola, bambolina, fatina). Alcuni articoli sono irritanti altri involontariamente comici”. E giù con una serie di citazioni. Ben visivamente riassunte, peraltro, nel tweet di Tania Marocchi, dell’European Policy Centre, che offre un eccellente colpo d’occhio sui titoli dei quotidiani italiani: da “Roma in bambola” (Il Tempo) a “Ma saranno capaci?” (Libero)”.
Questo, appunto, all’inizio.
Dopo, tra luglio, agosto e settembre, è andata ancor peggio.
Decisamente peggio.
Senza – lo ripeto – entrare nel merito delle complesse vicende politiche, annoto che Virginia è stata costantemente sbattuta in prima pagina.
È stata sottoposta, cioè, al trattamento che (in un tempo per fortuna lontano) si riservava ai mostri della cronaca condannandoli prima dei processi.
Non basta.
In poche settimane ha avuto da parte dei telegiornali più minutaggio di quanto il Movimento 5 Stelle abbia collezionato negli ultimi due anni.
E il culmine è stato raggiunto domenica 11 settembre.
Quel giorno, infatti, tutti i più importanti quotidiani italiani, i notiziari televisivi e radiofonici hanno utilizzato un banale articoletto sul maltempo dell’Osservatore romano, il quotidiano del Vaticano, elevandolo al rango di presa di posizione della Santa Sede contro l’operato della Raggi.
Una balla spaziale.
Tanto che, letti i giornali, l’autorevole Monsignor Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, si è affrettato a smentire.
Qualcuno ha forse detto o scritto “Abbiamo sbagliato”?
Qualcuno per caso ha chiesto scusa al Vaticano e al Campidoglio?
Nisba.
Solo Marco Travaglio, su il Fatto Quotidiano e, poi, in tv, ospite di Lilli Gruber aOtto e mezzo, ha parlato chiaro, anzi chiarissimo, raccontando, dati alla mano, come la stampa abbia gonfiato il… nulla e insabbiato, il giorno dopo, le parole di Becciu.
Capito?
Mica è finita.
Alla ricerca di non si sa bene che cosa, le troupe televisive hanno assediato l’abitazione privata di Virginia come non si è mai visto fare, nella lunga storia della Repubblica, con qualsivoglia politico.
E, tuttavia, esclusa la diretta interessata, nessuno ha fiatato.
Mentre, per dire, è bastata una vignetta sul ministro Maria Elena Boschi per scatenare il pandemonio e financo lo sdegno di chi, paladino “Senza se e senza ma” della satira, proclamava “Je suis Charlie”.
Ecco, concludo.
Scommetto che se al posto della Raggi ci fosse qualcun'altra e subisse lo stesso trattamento si urlerebbe al femminicidio mediatico.
Invece qui – a parte Travaglio – stanno tutti zitti.
E, quel che è peggio, tutte zitte…

Fonte: http://www.tvsvizzera.it/radio-monteceneri/Hypercorsivi/Virginia-un-femminicidio-mediatico-8041420.htmlb

39 commenti:

  1. Diceva mio padre, rimanere onesti e un costo pesante, ma alla fine ne esci a testa alta. Brava Virginia Raggi

    RispondiElimina
  2. Il pegggiore esempio del fallmento delle donna,la loro emancipazione è solo una vendetta da consumarsifredda o calda contro chi ha successo e non condivide la stupida faida contro gli uomini, che prima li sfrutta e poi li sopprime come la Mantide Religiosa

    RispondiElimina
  3. Essere politicamente diversi crea non pochi problemi, non mi soffermo sui terribili problemi gestionali di una Città come Roma, collaboro con molte scuole frequentate da "diversi" trovo molte affinità con la Raggi (*) all'inizio la convivenza non è facile,dopo un breve periodo tutti gli alunni comprendono che la diversità è una ricchezza. Copia e incolla una bimba diversa col Santo padre..."Questa è coraggiosa, questa non ha paura, lei rischia, sa che le diversità sono una ricchezza! Lei mai sarà discriminata, si sa difendere da sola”. Poco dopo altri bambini si avvicinano e si mettono a sedere ai piedi del Santo Padre. Roma siamo ancora nella fase iniziale, le discriminazioni piano piano si trasformeranno in valutazioni positive occorre avere pazienza "tanta" e credere nel futuro migliore!

    RispondiElimina
  4. Raggi sono con tè..... è vero che le altre donne politiche al tuo confronto sono opache e non brillano come tè ( consapevole che sei umana e che qualche cosa sbaglierai ) vai avanti cosi tvb

    RispondiElimina
  5. Mi domando come si possa davanti a tanta ignoranza stare zitti.....mi domando sopratutto perche i romani onesti e con la voglia di dare un taglio al passato non prendano posizione.mi domando perche le donne ragionevoli rmane stiano li indifferenti ...chi ha votato la raggi deve impegnarsi nel far capire che non è un elettore pidiota..ma un appartenente al movimento....date una mano a sta povera sindaca manifestate in suo favore!!!!

    RispondiElimina
  6. Non solo l'assordante silenzio delle associazioni femminili' ma,addirittura'dall' Interno del M5S le sono stati scagliati addosso insulti e minaccce . VEDI : sorelle De Vito e Taverna oltre alle denunce delle Ruocco e delle Lombardi. Uso il plurale perché agiscono anche tramite terze persone. Vedi Raineri e il fighetto Minenna

    RispondiElimina
  7. Riuscirai a dimostrare il tuo valore. Daje Virgi'!!!

    RispondiElimina
  8. È vero le donne non sono solidali fra loro. L'ho sperimentato nella mia vita lavorativa e sociale. Bisogna avere sviluppato una coscienza raffinata ed avere consapevolezza storica per essere DONNE. Virginia lo è

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi associo Silvana, la tua è un'analisi perfetta di quello che troppe donne sono. Virginia è un " Fiore di Loto "

      Elimina
  9. ma come si fa ad infangare una persona squisita come la signora Raggi.

    RispondiElimina
  10. Il problema dei mezzi di informazione è reale e gravissimo.c'è ne stiamo accorgendo adesso che stanno facendo quadrato contro l unico movimento che va contro questo sistema radicato da decenni... secondo me questo è solo l'inizio, le proveranno tutte per infangare chi è contro il sistema anche cercando di limitare l'uso di internet... ma credo e sinceramente spero che non ci faremo più abbindolare da questo sistema così chiaramente corrotto ed unito per falciare chiunque sia contro!!! Informiamoci.. sentiamo più campane e non crediamo a tutte le notizie spazzatura che ci propinano e valutiamo... Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti lei si "informa" leggendo anche questo pseudo blog che non è solo spazzatura, è sterco digitale! Complimenti!

      Elimina
    2. Questa è la sua opinione. Non la condivido ma il fatto che anche uno come lei legge questo Blogger è un passo avanti...

      Elimina
    3. Togli la foto del Che che lo infanghi!

      Elimina
    4. Cambia anche il nome del Che, che infanghi anche quello....

      Elimina
    5. Vero, pregasi non usurpare immagini di eroi con volgari commenti che realmente sono sterco e spazzatura. Come il cervello di una persona collusa che partorisce certi pensieri.

      Elimina
    6. La realtà del mainstream occidentale è solo lo specchio reale di quello che l'occidente rappresenta oggi, principalmente l'elite o casta che dovrebbe rappresentare i popoli...Politici di scarsa levatura, mediocri omini buttati nei talk-show a infangare altri senza mai un contraddittorio , ormai il giornalismo occidentale, e quello italiano si conferma al primo posto, è solo una una recita o lettura di veline che "altri" dicono di fare e che loro eseguono senza fiatare....Sono solo un enorme esercito di troll pagati, come questo pseudo "Che" che mostra tutta la sua integrità al credo trollettiano, con certe profondità di pensiero esposte nel suo unico e spassoso commento... :)

      Elimina
  11. Raggi vai avanti la loro e solo paura e invidia! Di sicuro pochi mesi non possono bastare a salvare Roma da 30 anni di gestioni mafiose!

    RispondiElimina
  12. Cara Virginia è normale che ti attaccano, tutti gli onesti devono prendere consapevolezza che per vincere bisogna affrontare due battaglie, la prima è quella dei problemi di tutti i giorni, la seconda riguarda solo gli onesti che devono combattere il male e la corruzione senza far finta.

    RispondiElimina
  13. la stampa estera quale?

    http://www.ansa.it/english/news/2016/12/13/muraro-facing-five-counts-of-environmental-crime-2_99bca28c-8acf-4152-a0d9-5d5c1e5775f4.html

    https://www.theguardian.com/world/2016/sep/20/rome-mayoral-crisis-could-hurt-five-stars-national-chances-italy-virginia-raggi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa vuol pretendere da un "blog" che sI chiama direttanfo, o meglio, diret-TANFO?

      Elimina
    2. Se leggesse, ho già risposto a una sua risposta, ma ripeto i cassonetti della spazzatura rifiutano persone come lei. Quindi non sì agiti per il TANFO perché non potrà sentirlo. Invece la invito a non seguire i suoi stupidi ideali e diventi una persona normale

      Elimina
  14. ..questo la dice lunga sulle donne femministe, che quannno je pare a loro....direbbe Gigi Proietti.

    RispondiElimina
  15. Tv e giornali ovvero il premiato bufalificio Italia.

    RispondiElimina
  16. A me piace la Raggi sia come Sindaco che come donna. Il tempo darà ragione a tutti quelli che si aspettano o no grandi cose. Forza Virginia, in molti siamo con te, non ci deluderai ! ! !

    RispondiElimina
  17. dai vrginia che alle elezione politiche il mov, 5 stelle prende 80 per cento dei voti di tutti ecosi faccia pulizia di sta melma

    RispondiElimina
  18. Virginia, tutto la mia stima e il mio affetto. Nun mollà....

    RispondiElimina
  19. Infatti...ho letto tutti i commenti...ma solo uomini?Ho 70 anni ..e mi sono fatta largo a sgomitate...Brava Virginia...Sono donna e ti seguo con simpatia...Resisti.....Spero che la famiglia ti sostenga..Lo so che e' dura...

    RispondiElimina
  20. La Sindaca raggi è una roccia granitica. Se così non fosse i sarebbe già sgretolata, in barba a tutte le cosche mafiose che si son spartite Roma sino a giugno e vorrebbero continuare indisturbati.

    RispondiElimina
  21. ho votato Virginia Raggi perche vedo in lei il nuovo, l'attaccano da tutte le parti perché da fastidio, ha tolto il "giocattolo" dalle mani di qualcuno, sta scoprendo cose che non si sarebbero dovute scoprire ..... vai avanti Sindaca .... la gente onesta sta al tuo fianco e ti difenderà sempre ....

    RispondiElimina
  22. La vita di chi vuol cambiare il sistema di potere instaurato da mafia-capitale è dura perchè taglia il sostentamento al potere mafioso. RESISTERE RESISTERE RESISTERE PER LE PERSONE PULITE ED ONESTE .FORZA VIRGINIA!!!

    RispondiElimina
  23. Sanno che li toglieremo i soldi, ricchi, esponenti politici con pensioni d' oro, paghe esagerate di manager incapaci, Privilegi vergognosi socialmente inaccettabili ...Per questo tutti tacciono contro gli avvoltoi perchè loro stessi avvoltoi ..E sapete che i soldi per quella gente sono tutto. Ma verrà il momento e loro lo sanno.

    RispondiElimina
  24. Gli onesti stanno con te sempre e comunque.

    RispondiElimina
  25. FORZA VIRGINIA LA SPUNTERAI PERCHE' SEI UNA DONNA FORTE.

    RispondiElimina
  26. INFATTI E' INCREDIBILE COME, DA SUBITO, HANNO DATO ADDOSSO ALLA RAGGI......E AMMIREVOLE COME LEI RESISTE.....RESISTI VIRGINIA......E GRAZIE.....

    RispondiElimina
  27. attaccare la Raggi a 360° è l'unica strategia per rallentarla, per indebolirla psicologicamente, ma Virginia è una donna coraggiosa che conosce le regole di questo sporco gioco. Potrà essere tradita da molti ma lei non tradirà mai se stessa. Si chiama INTEGRITA'!

    RispondiElimina