lunedì 2 gennaio 2017

T.Cerno asfalta la Merlino e Carbone per difendere il M5S. Assolutamente da vedere

Stando alle dichiarazioni dei redditi del 2013 i deputati del Movimento 5 Stelle sono i più "poveri" del Parlamento italiano. Ben venticinque di loro hanno dichiarato reddito zero. "Benvenuti nel mondo dei venticinquenni e trentenni" ha dichiarato Giuseppe Brescia, capogruppo 5 stelle alla Camera. 

Ed è subito scoppiata una polemica ridicola. "Il Parlamento non è un ufficio del lavoro. Chi è a reddito zero, evidentemente, nella sua vita precedente non ha combinato granché". Così Alessia Morani del Pd in diretta tv ha commentato i redditi dei parlamentari del Movimento 5 Stelle. 

La frase ha suscitato la reazione di Nicola Morra (M5s). "Questo è semplicemente lo specchio di quello che il Paese sta vivendo in questi giorni. Una volta il reddito basso era il vanto del Partito Comunista. Adesso tocca a noi del Movimento 5 Stelle rappresentare tutti". 

Dal minuto 3.55 l'intervento del giornalista de L'Espresso Tommaso Cerno che,ospite della trasmissione "L'Aria che tira", dissipa ogni dubbio e spunta in faccia ai telespettatori la verità: "C'è gente che non ha mai lavorato ed è stata grandissima in politica. Che vuol dire? Togliatti (ad esempio) che lavoro ha fatto?".

Nessun commento:

Posta un commento