lunedì 12 giugno 2017

++ TREMENDA NOTIZIA PER IL PM ZUCCARO: GUARDATE COSA GLI HANNO FATTO!

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”.
Questa frase, attribuita a Voltaire, descrive alla perfezione il caso Zuccaro: il procuratore di Catania è finito nel mirino dei media e della politica radical chic e del Csm, che valuterà se ci sono i presupposti per esercitare un’azione disciplinare nei suoi confronti.
Con Zuccaro si sono schierati dall’inizio i 5 Stelle, poi la Lega e pure Alfano. Dal governo Pd, invece, non c’è stato un forte sostegno, a parte le dichiarazioni di circostanza del premier Gentiloni, il quale non ha comunque esitato a elogiare il lavoro fatto dalle ONG.
Il problema è che il magistrato è andato a toccare interessi che non doveva, infrangendo un tabù. E ora, osserva Giuseppe Marino su Il Giornale, lo attaccano la sinistra e chi fa affari con l’accoglienza:
"Ha fatto un’uscita impropria, anomala. Ma un motivo c’è. Ed è l’estrema anomalia dell’inchiesta che si è trovato a trattare. Lo si capisce da una parte delle sue parole cui non è stata data grande pubblicità: «Ho dei dati conoscitivi, ma se non mi si forniscono degli strumenti particolari per poter acquisire le prove e, quindi, uno sforzo investigativo maggiore io rischio di restare alle conoscenze e non poterle tradurre in atti processuali». Il senso è chiaro: la Procura vuole verificare, ma servono mezzi speciali.
Si tratta di tracciare i movimenti di navi in alto mare, di farlo ai margini di un Paese in guerra, di intercettare le comunicazioni di scafisti chiaramente legati a una mafia internazionale che da anni si arricchisce sul traffico di uomini, di fare chiarezza sull’attività non sulle attività di organizzazioni note e con sedi italiane come Save the children e Medici senza frontiere, ma di ben più oscure Ong, alcune delle quali nate apposta per svolgere questa attività, con sedi a Malta, in Spagna e in Germania.
È un’inchiesta che non può prescindere da un impegno del governo. E, infatti, gli elementi da cui parte l’indagine sono stati raccolti dai servizi di intelligence, ma non quelli italiani, guarda caso. E il timore che il governo in carica non fosse così entusiasta di dare una mano al pm non è così infondato, visto che al linciaggio del magistrato, sia pure con sfumature diverse, si sono prestati i vertici delle istituzioni, vedi la presidente della Camera Laura Boldrini, il ministro dell’Interno Marco Minniti e quello della Giustizia Andrea Orlando, subito seguito dal Csm, mai tanto rapido a intervenire. Il pretesto dell’offensiva contro Zuccaro è che «non si tocca chi salva le vite».
E ci mancherebbe. Ma si dimentica che l’anno scorso, anno di massima attività delle Ong, c’è stato il record di morti nel Mediterraneo. E che i migranti sono l’oggetto di questo traffico sanguinoso, mentre il soggetto è chi guadagna su quei morti. Chiunque dovrebbe voler fermare questo scempio, anche chi vuole accogliere i migranti. C’è un pm che l’ha capito e ha deciso di metterci la faccia. E ora vogliono fargliela pagare”.

18 commenti:

  1. Non si tocca Zuccaro!
    La mafio-poilitica deve finire!
    In galera i corrotti!
    Al muro i traditori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la casta infame deve essere estinta

      Elimina
    2. il problema è: Da chi cominciamo ? Visto che non se ne salva UNO ?

      Elimina
    3. INFANI ! 7IMPICCHIAMOLI TUTTI !

      Elimina
  2. Che schifo di governo che abbiamo.Attaccano il Magistrato perchè a scoperto le cose il qui gia pensava e adesso vogliono farlo fuori Ora il popolo Italiano si dovrebbe muovere a favore del Magistrato Zuccaro.Comunque direi di non mollare e continuare nelle sue indagine auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono banditi di bassa caraturA.

      Elimina
    2. bisogna toglierci questo democrareggime , dalle spalle per poter raddrizzare la barra ?

      Elimina
  3. Siamo al caos totale di una politica che fa affari con tutto il sistema dell'accoglienza e quando un PM vuole mettere il naso su quello che evidentemente appare come un losco buseness sulla pelle dei migranti ed a vantaggio di trafficanti di esserei umani e tutto quello che ruota intorno a questo dramma internazionale, i comandanti del PD attraverso i loro compari della magistratura politicizzata con il PD e connivente, cercano di bloccarlo senza fornirgli i giusti strumenti di indagine per l'acquisizione delle prove, senza i quali non si possono acquisire le prove necessarie per capire chi sono i responsabili di questo tremendo buseness fatto sulla pelle di tanta povera gente!

    RispondiElimina
  4. Chissà perché ci avrei scommesso....ormai un dato è certo in Italia a pagare non è il reo ma colui che indaga!!! Mi chiedo se riusciremo mai a liberarci di questa classe politica....la mafia non esiste più e stata regolarizzata si chiama Stato Italiano....

    RispondiElimina
  5. A tutta la mia ammirazione e stima , un uomo vero , che non ha paura di questa gente il mio incitamenti è quello di continuare la sua opera . E che queste carogne che si arricchiscono sulla pelle dei poveri diavoli paghino .

    RispondiElimina
  6. COMUNQUE OGGI STANNO CAMBIANDO LA GIUSTIZIA PER FARE I PORCI COMODI QUESTI SI STANNO ORGANIZZANDO NON PER FARE UN GOVERNO MA UNA DITTATURA.....CI SONO I DUE VIDEO CHE IL M5S STANNO BLOCCANDO...NON HO FINITO DI VEDERLO.....

    RispondiElimina
  7. Il nome di chi ha firmato il procedimento disciplinare.il nome... brutto bastato!

    RispondiElimina
  8. in Italia ( almeno questa attuale) è cosi, uno scopre qualcosa che va contro le aspettative, o contro le regole, o contro la legge, bene: lo castrano....un nome per tutti Col. della Guardia Di Finanza, scopri 90 miliardi di evasione -giochi d'azzardo ?) bene costretto a dimettersi

    RispondiElimina
  9. dimenticavo il nome Col. RAPETTO !, scusate, grazie!

    RispondiElimina
  10. Più solidale che mai col PM Zuccaro, sosteniamolo!!

    RispondiElimina
  11. Al popolo italiano gli sta bene questa situazione, altrimenti, nelle votazioni non starebbe a casa il 50% degli aventi diritto e il 35% non voterebbe un partito che sta distruggendo il nostro Stato, la nostra civiltà, la nostra cultura...e la nostra intelligenza!!! Bravi coglioni italiani!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Politici CORROTTI...INCAPACI...ITALIANI...che aspettiamo Ancora x RIBELLARCI??

    RispondiElimina
  13. SINO A QUANDO LA DITTATURA DEL GOVERNO,CONTINUERA' AD AVERE NEI SUOI DISONOREVOLI,FEDELI SERVITORI,IL POPOLO ONORATO ITALIANO,SARA' SEMPRE PERSEGUITATO DALLA VIOLENZA DI QUESTI PARASSITI DEDITI A LUCRARE SULLE DISGRAZIE,COME PROFUGHI,E TERREMOTO ALL'AQUILA DOVE PER UN CASO I SOLDI PER I TERREMOTATI SE LI SONO TROVATI SUI CONTI DEL "PD".COME E' STATO POSSIBILE????? CHIEDETELO A CHI HA LE MANI IN PASTA,IN PRIMIS L'EBETE FIORENTINO,INOLTRE LA GIUSTIZIA IN ITALIA E' ESERCITATA DA SERVI DI PARTITO E DI GOVERNO.IL POPOLO SERVE SOLO A PAGARE TASSE E AUMENTI VARI ;PER RIMPINGUARE I LORO CONTI BANCARI.E' UNA VERGOGNA CHE PERSONE ONESTE E DEDITE ALLA LEGALITA' DEBBANO SUBIRE OFFESE SIMILI DA PARTE DI CHI DOVREBBE ESSERE IL PRIMO A METTERSI DALLA PARTE DE P.M. ZUCCARO,CHE HA FATTO SOLO IL PROPRIO DOVERE DI PERSONA DEGNA DI STIMA,COSA CHE NON SI PUO' CERTAMENTE DIRE DEI NOSTRI POLITICI,TUTTI DEDITI A LOSCHI TRAFFICI E INTERESSI SOTTOBANCO,E' UNA VERGOGNA CHE DOBBIAMO CONTINUARE A SUBIRE QUESTE PORCHERIE,SENZA CHE NESSUNO VENGA INDAGATO.AL VOTO SUBITO E VISTO CHE VI APPELLATE SEMPRE ALLA GIUSTIZIA,ONORE A CHI LA DIFENDE E LA OSSERVA,COSA CHE NON SI PUO' CERTO DIRE DEI NOSTRI DISONOREVOLI,DEVONO ESSERE TUTTI INDAGATI,NON DALLA MAGISTRATURA CHE E' ASSERVITA AI LORO VOLERI,MA DA PERSONE SERIE E DEDITE ALLA LEGALITA' E ONESTA',MA FORSE PER LORO VIVENDO IN QUESTO MARCIUME SONO PAROLE SCONOSCIUTE.SALUTI AI POCHI ONESTI CHE ANCORA SI TROVANO.FORZA PRESIDENTE.

    RispondiElimina