venerdì 4 agosto 2017

Governo, miliardi alle banche. E a lui non fanno credito per gli stipendi: orrore in azienda.

Un imprenditore di 61 anni si è suicidato nella sua azienda metalmeccanica a Umbertide, in provincia di Perugia. Poco prima l'uomo aveva lasciato un biglietto con il quale spiegava di volersi togliere la vita perché non riusciva a pagare gli stipendi ai suoi 130 operai. L'imprenditore si è tolto la vita nel sottoscala dello stabilimento, dove è stato ritrovato senza vita da un collaboratore. Nella lettera l'uomo ha raccontato che secondo lui non aveva più alternative dopo che la banca gli aveva negato altro credito. Il giorno prima nell'azienda era stato proclamato uno sciopero, organizzato proprio per protesta sul ritardo del pagamento degli stipendi. Questa mattina l'imprenditore avrebbe dovuto firmare un accordo con i sindacati.

Fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13213235/umbertide-imprenditore-suicida-stipendi-operai-lettera.html

1 commento:

  1. La fotografia dell'Italia...quest'uomo se ara a capo di una banca e apparteneva alla boschi ho a qualche altro ladro renziani si sarebbe salvato...vergognatevi! Renzi, boschi, Gentiloni...vergognatevi e continuate a dire che tutto va bene😡

    RispondiElimina